Chiesa di San Rocco e San Martino

La chiesa di San Rocco è una chiesa di Sutri, nella piazzetta di San Rocco, nel borgo antico.

Si trova nei pressi di porta Porta vecchia o Franceta così detta dai Franchi come erano chiamati i pellegrini della Francigena che transitavano provenienti da nord verso Roma .

Essa è situata a fianco di quello che un tempo fu l'ospedale di Sutri e che ora è sede del museo cittadino. In questa chiesa aveva sede la confraternita di S. Martino di Tours" che era giunta, dall'antico Vicus che si trovava verso Monterosi in località ancora oggi chiamata San Martino. In seguito la chiesa , ricordata in una visita apostolica del 1574 fu distrutta e ricostruita come testimoniato dalla data scolpita sull'architrave che cita l'anno 1608, Ospitò in quella data anche la confraternita di San Rocco ,che ha poi dato il nome all'edificio,.che era stata costretta ad abbandonare la propria sede,della Chiesa della Madonna del Carmine in località Monte Bono tenuta dai carmelitani perché in grave stato di degrado ,anche se in seguito negli anni del sec XVIII vi si svolgeva una solenne festa votiva in ricordo della liberazione dalla peste.

Si ritiene inoltre che San Rocco (che fu pellegrino e taumaturgo francese, venerato come santo dalla Chiesa cattolica e patrono di numerose città e paesi,ed inoltre il santo più invocato, dal Medioevo in poi, come protettore dal terribile flagello della peste,) proveniente da Acquapendente nel suo viaggio verso Roma si sia fermato come molti pellegrini della Francigena prima di giungere a Roma e, secondo la nuova cronologia, tra il 1367 ed il 1368. La chiesa ha una semplice facciata con tetto a spiovente e portale d'ingresso con architrave in peperino, Nel quadro posto all'altare sono raffigurati Vergine con Bambino San Rocco e S. Martino ", i patroni delle due confraternite che in seguito vennero sciolte .e, S. Sebastiano eseguito da Giov. de Bonis, Roma, 1860.

E' stata recentemente effettuata un'opera di restauro L'intervento è consistito nella foderatura di un bordo che era totalmente distaccato dal telaio; nel fissaggio della pellicola pittorica e nellarimozione dei depositi superficiali, che ha consentito la restituzione della visibilità dell'opera.

La chiesa e affidata alla cura della Nuova Società di Sant'Antonio Abate. .
G A L L E R I A     F O T O
V I D E O
VERSIONE STAMPABILE
Fonti

NISPI-LANDI Storia dell'Antichissima Città di Sutri (1887)
P. CHIRICOZZI Le chiese delle Diocesi di Sutri e Nepi nella Tuscia meridionale, Grotte di Castro 1990.
S. DEL LUNGO, V. FIOCCHI NICOLAI, E. SUSI Sutri Cristiana. Archeologia, agiografia e territorio dal IV all'XI secolo, Gangemi Editore, Roma 2006
C. MORSELLI Sutri, Roma 1991
SIMONE PIAZZA Pittura Rupestre Medievale
RASPI SERRA Insediamenti rupestri religiosi nella Tuscia 1976
STAMPERIA VATICANA Osservazioni Sopra I Cimiteri De Santi Martiri, Roma 1720
GIUSEPPE FINOCCHIO La chiesa di S. Fortunata a Sutri
MARCO VENDITTELLI Sutri nel Medoevo 2008