CHIESA DI SAN SEBASTIANO

   La prima notizia certa in merito alla chiesa risale al 1277

Quando il vescovo Ildebrando e i canonici della vicina cattedrale discussero in merito a questioni inerenti la conduzione della stessa. In quel tempo la confraternita di San Sebastiano giā era presente in quanto vi fu una visita del vicario alla stessa nel 1567 e in seguito una visita apostolica nel 1574.

La chiesa attuale č stata ristrutturata o in modo importante ricostruita nel sec XVII come risulta dalle visite pastorali del 1658 e 1670 per controllarne lo stato

La chiesa conserva l'originale soffitto in legno, interessante č l'affresco dell'altare maggiore che raffigura la Madonna in trono tra San Sebastiano e San Rocco della seconda metā del XV secolo di autore ignoto. E' sede della Confraternita del Santissimo Nome di Maria e di San Sebastiano.

G A L L E R I A     F O T O
V I D E O
VERSIONE STAMPABILE
Fonti

NISPI-LANDI Storia dell'Antichissima Cittā di Sutri (1887)
P. CHIRICOZZI Le chiese delle Diocesi di Sutri e Nepi nella Tuscia meridionale, Grotte di Castro 1990.
S. DEL LUNGO, V. FIOCCHI NICOLAI, E. SUSI Sutri Cristiana. Archeologia, agiografia e territorio dal IV all'XI secolo, Gangemi Editore, Roma 2006
C. MORSELLI Sutri, Roma 1991
SIMONE PIAZZA Pittura Rupestre Medievale
RASPI SERRA Insediamenti rupestri religiosi nella Tuscia 1976
STAMPERIA VATICANA Osservazioni Sopra I Cimiteri De Santi Martiri, Roma 1720
GIUSEPPE FINOCCHIO La chiesa di S. Fortunata a Sutri
MARCO VENDITTELLI Sutri nel Medoevo 2008